AAA Timbri cercasi…

Pre
Quando ero piccolo e andavo in giro con mio padre su un grosso camion che guidava come secondo lavoro, mi ricordo di una cosa in particolare: di un piccolo timbro in metallo inserito in un astuccio anch’esso di metallo. Per pranzo ci fermavamo a mangiare nelle trattorie, come tutti i camionisti; e a me piaceva tantissimo! Mi sentivo un camionista anch’io ed ero fiero di mio padre. Poi ricordo che a fine pranzo tirava fuori il timbro e pagava. Ero veramente convinto che pagasse semplicemente timbrando un foglietto di carta e pensavo a quanto fosse comodo quel timbro e che mi sarebbe piaciuto, da grande, avere un timbro tutto mio.
Da grande ho avuto un timbro mio, ma poi l’ho perso. Con quel timbro non sono mai riuscito a pagare niente.

Post
Il timbro è l’azienda. Anzi, la ditta. Ditta, rispetto ad azienda o impresa, mi ricorda il timbro di mio padre e una realtà piccola, non un’industria con grandi fabbriche. Mi ricorda l’ufficio dove lavorava mio zio e il magazzino dove mio padre parcheggiava il camion e caricava le caldaie da consegnare. Mi ricorda qualcosa di familiare e di molto personale.
Ogni ditta deve avere un timbro che la rappresenti con un pittogramma, un logotipo, un indirizzo, un telefono. In questi anni di crisi le ditte chiudono e i timbri vengono buttati o rimangono nei cassetti delle scrivanie soffocate da polvere o  macerie.
Io voglio raccogliere questi timbri, perché rappresentano il mio piccolo ricordo e la drammatica situazione che ha costretto le aziende a riporre i loro timbri nel cassetto.
Voglio raccogliere migliaia di timbri e farne una serie di opere dedicate alla disperazione, alla sofferenza, alla vergogna di chi ha dovuto chiudere pur non avendo alcuna responsabilità in questa crisi né la possibilità di difendersi e superarla.

Progetto
Il progetto prevede la realizzazione di una pagina web e di un profilo Facebook dedicati. Attraverso il passaparola o la richiesta diretta ad aziende in fallimento o già fallite, contattando ex-titolari o ex-dipendenti, vorrei creare una mappa per timbri della crisi che sta colpendo l’impresa e il commercio italiani.

Come
Intanto, contattandomi attraverso il sito o le pagine che creerò. A breve fornirò un indirizzo di casella postale al quale recapitare i timbri, qualora non fosse possibile ritirarli personalmente.

Aggiornamenti e una versione inglese del progetto sono previsti a breve.